www.circolocalogerocapitini.it

EVENTI

TITOLO

COMUNE DI LEIVI CIRCOLO CALOGERO-CAPITINI – FIAP Centro di Cultura LA TORRE "Fatti, uomini e donne della Resistenza Italiana" Resistenza Italiana

 

Evento dedicato alla memoria di Agostino Lanata il partigiano "Ivan"

DATA

27/04/2015

LUOGO

Leivi - Asilo Comunale

COMUNE DI LEIVI
CIRCOLO CALOGERO-CAPITINI – FIAP
Il Centro di Cultura LA TORRE
Fatti, uomini
e donne della
Resistenza
Italiana
Evento dedicato alla memoria di
Agostino Lanata
il partigiano "Ivan"
Interventi di:
Paola Pesci, Renzo Ronconi
Simone Raggio Garibaldi
Lunedì 27 aprile 2015 alle ore 21:00
nella sede di Via Selaschi (San Bartolomeo)

---
Relazioni pervenute

Simone Raggio Garibaldi

Come l’ Italia è giunta alla Liberazione

Invasione della Sicilia: l’8 giugno 1943 le truppe alleate sbarcano a Pantelleria, il 10 luglio inizia l’invasione vera e propria della Sicilia.

Bombardamento di Roma : il 19 luglio mentre Mussolini è impegnato nei colloqui con Hitler a Feltre (Belluno), gli Alleati bombardano Roma.Replicas de relojes

25 luglio e caduta del Fascismo : alle 17 del 24 luglio inizia l’ultima seduta del Gran Consiglio del Fascismo, in cui alle 02.00 della notte successiva viene sfiduciato Mussolini (Ordine del Giorno Grandi).
Nel pomeriggio successivo Mussolini è convocato dal Re che lo fa arrestare, e dà l’incarico al Maresciallo d’ Italia Pietro Badoglio di formare un nuovo governo.
Badoglio, oltre a iniziare segretamente trattative con gli Alleati per l’ Armistizio, scioglie il PNF e le organizzazioni affini.

Armistizio e 8 settembre : il 3 settembre a Cassibile (Siracusa), viene firmato l’armistizio che verrà comunicato alle truppe in guerra ed alla popolazione il giorno 8 dopo che il Generale Eisenhower aveva dato segni di insofferenza a riguardo del continuo rinvio della comunicazione da parte del governo italiano.
L’ 8 settembre è una data spartiacque per la Seconda Guerra Mondiale italiana: finisce la guerra offensiva (iniziata il 10 giugno del 1940); ed inizia, per due terzi del paese, la guerra civile di liberazione.

Fuga del Re e liberazione di Mussolini : la sera dell’8 settembre la Famiglia reale e Badoglio, fuggono in auto da Roma alla volta di Ortona (Chieti), ove gli attende l’ incrociatore Baionetta che li porterà a Brindisi.
Mussolini è liberato dai tedeschi il 12 settembre, a Campo Imperatore (Gran Sasso), ultimo suo luogo di prigionia.

Le “Tre Italie” : con l’8 settembre si formano, in politica tre Italie: la RSI, regno dell’ Italia “libera” e l’ Italia dei partiti antifascisti.

1. La Repubblica Sociale Italiana è uno stato filo tedesco con a capo Mussolini e capitale Salò .
Viene ricostituito il Partito Fascista con il nome di Partito Fascista Repubblicano (PFR); la ex Milizia ricostiutia assorbe ciò che resta dei Carabinieri (prendendone le strutture) divenendo Guardia Nazionale Repubblicana (GNR), successivamente verranno costituite le forze armate.
La RSI, situata nel territorio del centro nord Italia, non ha giurisdizione sull’ Alto Adige e sulla Venezia Giulia; entrambi i territori sono stati annessi alla Germania.
2. Il Regno dell’ Italia “libera” inizialmente comprende la Puglia (eccetto la provincia di Foggia) per poi estendersi nei territori liberati ed ha inizialmente per capitale Brindisi.
Il 13 ottobre l’ Italia “libera” dichiara guerra alla Germania; con questo atto l’ Italia è un paese cobelligerante con gli anglo – americani.
Viene istituito una forma di esercito: il Corpo italiano di Liberazione (CIL).
3. L’Italia antifascista è quella dei partiti che il 10 settembre, a Roma, in clandestinità formano il Comitato di Liberazione Nazionale (CLN), essi sono: il Partito Liberale Italiano (PLI), la Democrazia del Lavoro (DL), la Democrazia Cristiana (DC), il Partito Repubblicano Italiano (PRI), il Partito d’Azione (Pd’A), il Partito Socialista Italiano di Unità Proletaria (PSIUP) ed il Partito Comunista Italiano (PCI).replicas hublot


La nascita della Resistenza : i primi atti della resistenza sono a Cefalonia ed a Roma presso Porta San Paolo. Si può definire resistenza anche quella dei prigionieri in Replicas omega
Germania che hanno rinunciato a combattere con il Reich. A partire dal settembre 1943 formazioni di partigiani iniziano ad operare nei territori occupati dai tedeschi per la cacciata dei nazi fascisti. A Boves (Cuneo) inizia la prima resistenza organizzata.replicas hublot
A Napoli tra il 28 settembre ed il 1° ottobre si svolgono le “quattro giornate”: Alleati e popolazione liberano la città.
Le formazioni partigiane abbracciano un fronte molto composito: vi sono gruppi partigiani apolitici “bianchi”, e politicizzati tra cui: le Brigate “Garibaldi” (comuniste), “Matteotti” (socialiste), “Mazzini” (repubblicane), “Giustizia e libertà” (azioniste).
Nel 1944 l’insieme delle forze politiche partigiane trova la forza di coordinarsi in organismo unitario al fine di elaborare una linea politico militare: i gruppi partigiani verranno inquadrati nel Corpo Volontari della Libertà (CVL).

Svolta di Salerno : il 14 marzo 1944 l’ URSS riconosce il Governo Badoglio, intanto l’ 11 febbraio il Governo ha spostato la sua sede a Salerno.
----------
Luigi Fasce conclude l'evento ricordando che oggi siamo tenuti a continuare la Resistenza perchè la Costituzione italiana è sotto attacco da parte del governo Renzi e della sua maggioranza parlamentare eletta con la legge Porcellum che la Corte Costituzionale ha sentenziato illegittimo.

Socio fondatore del Gruppo di Volpedo e del Network per il socialismo europeo .